L'ingegnere fuori uso

Pagg 352
Prezzo di copertina 25€

Modalità di acquisto e pagamento

- Sconto variabile in funzione delle copie richieste
- Contributo spese di spedizione
- Pagamento in contrassegno postale alla consegna
- Oppure tramite bonifico all’ordine:

IBAN IT 53 U 07601 01600 000043683267
BIC BPPIITRRXXX

Ordina


L'ingegnere fuori uso

Vent'anni di battaglie urbanistiche di Amadeo Bordiga
Napoli 1946-1966

La figura e l’attività di Amadeo Bordiga, quale fondatore e primo dirigente del Partito Comunista d’Italia (1921-23) e primo aperto oppositore a livello internazionale dello stalinismo (1926), è stata oggetto di analisi storiche approfondite. L’opera di Gerosa estende l’ambito in cui Bordiga è solitamente circoscritto.

L’ingegnere “fuori uso” offre infatti un importante apporto alla ricostruzione complessiva della figura di Bordiga esaminando il contributo da lui dato in seno al Collegio degli Ingegneri e degli Architetti di Napoli, e la sua battaglia di denuncia del disastro urbanistico di Napoli, condotta con grande coraggio civile e competenza tecnica. Una battaglia che non si lascia confinare in una dimensione meramente “professionale” e che consente all’autore di sottolineare come la critica all’urbanistica moderna e l’osservazione della sua dinamica reale abbiano avuto un ruolo rilevante, tutt’altro che marginale nel dispiegamento del programma volto a “riaffermare la validità permanente del metodo e della dottrina marxista.