riproduzione tessera PCdI del 1921

Archivio fotografico

 

riproduzione tessera PCdI del 1922

Amadeo Bordiga fu fondatore del Partito Comunista d'Italia al congresso di Livorno del 1921.
Scopo della Fondazione è valorizzarne la figura nella complessità di tutti i suoi aspetti ideologici, culturali e umani, nel quadro del movimento proletario nazionale e internazionale, il suo rigore intellettuale e morale nelle alterne vicende della situazione italiana e mondiale, l'inflessibilità della sua battaglia in difesa della dottrina e del programma marxista.
A tal fine la fondazione assegna Borse di studio, promuove attività di ricerca storica, catalogazione, conservazione e ampliamento del materiale documentario esistente.
La Fondazione Amadeo Bordiga è stata costituita per volontà testamentaria della Signora Antonietta De Meo, vedova Bordiga, defunta l’11.12.1994 ed è stata riconosciuta ufficialmente, con decreto del Ministero degli Interni, l’8 maggio1998. La sede legale è stata istituita a Formia, nella casa dove Amadeo Bordiga aveva trascorso l’ultimo periodo della sua vita, nella via che il Comune di Formia gli intestò dopo la morte, avvenuta il 13 luglio 1970. Alla formazione della Fondazione hanno contribuito persone di diversa provenienza culturale e politica, con differente attività professionale, che si sono impegnate ad adempiere le volontà della Signora De Meo, alla quale molte di loro erano legate anche da rapporti d’amicizia, e a perseguire le finalità comuni espresse dallo Statuto.

“E’ scopo della Fondazione valorizzare la figura d’Amadeo Bordiga, fondatore del Partito Comunista d'Italia al Congresso di Livorno (gennaio 1921), nella complessità ed inscindibilità di tutti i suoi aspetti ideologici, culturali ed umani, nel quadro del movimento proletario nazionale ed internazionale; il suo rigore intellettuale e morale nelle alterne vicende della situazione italiana e mondiale; l'inflessibilità della sua battaglia in difesa della dottrina e del programma marxista". A tal fine la Fondazione "assegna borse di studio; promuove e finanzia attività di ricerca storica, di pubblicazioni inerenti alle generali finalità sopra indicate, di riordino catalogazione e conservazione del materiale esistente, nonché d’ulteriore ampliamento mediante raccolta documentaria ovunque si trovi; di relazioni con le principali biblioteche italiane ed estere al fine di documentare la presenza d’Amadeo Bordiga; di pubblicazione di suoi scritti poco noti o difficilmente reperibili, di ristampa di testi da lui redatti in epoche diverse, di edizione delle opere complete. Il materiale documentario e librario sarà conservato in una biblioteca-archivio da organizzare nella stessa casa di Formia ove la testatrice visse con Amadeo Bordiga”, oggi sede legale della Fondazione (articolo 2 dello Statuto).

Riflessione storica su Amadeo Bordiga

Presidente: Vice Presidente Tesoriera
Michele Fatica Eros Mercuriali   Maria Rosaria Battaglia
Consiglieri:      
Franco Mario Bellone, Umberto Domitri, Giorgio Galli, Pasquale Gionta, Tina Lepri, Edoardo Osser, Maria Scattola

Comitato Scientifico:      
Giorgio Galli - Presidente Michele Fatica Bruno Bongiovanni Rita Caramis  
Responsabile Coordinamento Segreteria Editoriale e Borse di Studio: Maria Scattola Via F. De Sanctis 69 – 20141 Milano

sede legale: Via Amadeo Bordiga, 11
04023 Formia (LT)

oppure presso Studio Avv. Maria Rosaria Battaglia – P.za della Vittoria 3 4023 FORMIA (LT)
tel/fax : 0771 770786
avv.battaglia@formialex.it